20140711-162424-59064866.jpg

20140711-162425-59065720.jpg

Annunci

Muovo la mano sul mio volto fissando il riflesso…
Il vetro rimbalza l’immagine di un corpo vuoto ….
Articolazioni che disegnano pose impossibili …
Mi fisso , ma non vedo la profondità dei miei occhi … Cosa sono? perché sono ? Sento la spinta di dover piacere a tutti , ma sopra tutto a te , a te e a te che mi fissi incuriosita al di là del vetro.
Tu che posi la mano calda su di me…
Tu che sorridi guardandomi ..
Tu che mi giri intorno sospirando e valutando le mie forme, io che ti aspetto, tu che desideri possedermi , mi spogli ed ora che sono nudo di fronte a te, ora che ogni mio difetto e allo scoperto , ora che non ho più nulla che divide i nostro corpi , non vedo più il tuo sguardo ne il tuo sorriso e vedendoti di spalle allontanarti con quello straccio che mi copriva m’accorgo d’aver perso l’ ultima speranza di regalarti la mia anima perché nessuno va oltre il primo sguardo , e poi , perché fissare un manichino nudo senza forme .

Cosa fare?

Quando ti accorgi d essere un pesce fuori d’acqua , quando la tua normalità diventa un qualcosa di sconosciuto, quando ti senti a disagio nel fare tutto ciò che prima ti rendeva unico, quando ti senti ultimo tra gli ultimi e le tue scuse aumentano con il Senso di colpa di cose che non fai …. Allora in quel momento sprofondi in un oblio chiamato paura di vivere , e forse il mondo è stato troppo cattivo con te o semplicemente ti sta ripagando con la medesima moneta che hai usato tu, ma sta di fatto che quando la solitudine si manifesta tra mille persone, quando sorridere è un perché , e tutto perde di valore , puoi solo fare due cose, sprofondare in te stesso e perdere tutto ciò che non vedi più o lottare per tornare a vedere tutto ciò che ami e dimostrare a questo mondo di merda che può sodomizzarti quando è quanto vuole ma tu non ti piegherai e ogni volta che le ginocchia si sbucceranno e le mani si sporcheranno , masticando fango ti alzerai sorridendo in faccia a quell fottuto mondo che sembra volgere sempre al contrario del tuo cammino . Queste sono le uniche vie della vita , la mia… Non so qual è …. Vorrei saperlo ma ora sono ancora in ginocchio a valutare , se valga la pena d’essere …. Me .

domani

domani,ma c`ose` il domani?
il domani e’ solo il riflesso di ieri e l`ombra di oggi.
non lo so`!
il domani e` un ideale, un sogno o forse un utopia?
il domani e` come la fede, devi crederci e sperarci senza vederlo!
il domani e` come una domanda sempre aperta,come una avventura,come un libro che hai appena cominciato a leggere.
per quanto mi riguarda,il domani e` come le idee di un bambino, un continuo mutamento.
fimo all`era dei miei giocattoli,l`era in cui i sogni erano piu` veri della vita di tutti i giorni,il domani era come una favola letta dalla mamma,come il tuo cartone preferito,l`ora della merenda e i pomeriggi giu` in cortile a giocare, erano tutte quelle cose che sapevo non sarebbero mancate , il domani era il riflesso di una continuita` che amavo.
nell`eta` della scuola,delle vergogne,delle prime cotte,il mio domani era come i compiti,l`oratorio,le pagelle e i primi baci.
il domani era qualcosa che amavo ed odiavo a pari modo …
era quel desiderio di non alzarmi dall letto fino a 5 minuti prima,il domani era la voglia di baciarla per la prima volta ed il timore di sbagliare.
come studiare ,sapendo che ti avrebbero detto che potevi fare meglio,il domani era ancora un riflesso, ma che cominciava  a non rispecchiare alla perfezione la vita di tutti i giorni, un domani speziato, a volte troppo forte,a volte con accostamenti monotoni,a volte dai sapori perfetti ed indimenticabili.
arrivato nell`eta` degli ormoni e del carisma, quell`eta` dove si ha sempre ragione,quell`eta` dove sei una copia di tutti, un leader o un emarginato,dove il mondo e` nelle tue mani anche se ancora piccole e senza calli.
il domani ,era un oggi perpetuo nel tempo,non si temeva il domani con l`incoscenza d`avere tutte le risposte, perche` una forza interiore ci spronava  ci faceva credere di poter spaccare il mondo.
per me quell`domani era la giacca firmata,il primo spinello per essere uno del gruppo,le birre in sequenza perche` si aveva il fisico,il tempo dei pacchetti di sigarette da dieci ,il tempo di mi presti un deca?,un tempo d`oro  era il tempo dove l`importante era non essere uno sfigato.
poi e` arrivata l`eta` delle domande,qull`eta` in cui il domani non ti rispecchia,tutto ti sembra stretto e senza tempo,l`eta` delle paure invisibili,dei giudizi,dei pianti e dei sorrisi sforzati.
per me ,quel tempo e` stato il piu` significativo e sofferto,il tempo prima delle svolte ,la mia tempesta prima della quiete, in quel periodo il domani era…….. mi guardera`?
questa storia funzionera` o finira` come tutte le altre?
il tempo di …… ma dopo tutto quello che ho fatto per te?
il tempo di….. sei un socio di merda!
il tempo di…..ti prego perdonami ….non ci lasciamo.
il tempo di… non ne posso piu`  voglio scappare,voglio cambiare tutto!
per penultimo ,e` giunto il periodo del vero amore , dove il domani e` una lotta giornaliera per te per chi ami e chi ti ama, dove ogni momento ha un perche` ,il tempo dove si cerca il positivo in tutto.
il domani in quel tempo  era lo sforzo di condividere e superare ,lo sforzo di costruire era come se tutto fosse collegato con un piccolo filo al domani.
poi per ultimo ,arriva o arrivera` il tempo dell`oggi , dove il domani sara` un obra del presente,il tempo dove tutto sara` collegato,dove si sa` e si conoscono i propri errori,difetti e pregi, dove chi ti ama e con te e lo sara` per sempre .
un tempo che come un onda perenne modella ogni tuo domani,in positivo o negativo ma senza intaccare il tuo spirito,perche` adesso ,in quel tempo apprezzerai ogni secondo,tutti i mutamenti e risvolti,tutte le spezie della vita,perche`  ora hai,o avrai vissuto tutta una vita ,le ferite del tempo si saranno rimarginate e tutti i domani non ti spaventano piu` ,perche` ora l`importante e che ci siano dei domani ch ti porteranno al tuo traguardo per riunire tutti i tuoi secondi in un unico respiro.